Paolo BALDANZA detto ABATE DE ANGELIS

Religioso ed erudito, nato a Militello in Val di Noto il 15 gennaio 1566, da mastro Guglielmo e Beatrice Baldanza, battezzato nella Chiesa Madre di San Nicolò da Cola Casaccio e Agata Scirè, e morto a Roma nel 1647.

Fin da giovane si trasferisce a Roma, dove viene ammesso al Seminario dei Chierici, studiando presso i Gesuiti, divenendo dottore in filosofia, teologia e diritto canonico.

Scelto da Papa Clemente VIII (Ippolito Aldobrandini 1536-1605) ha curare l'istruzione di Silvestro Aldobrandini (1587-1612), pro nipote e futuro Cardinale di San Cesareo, per tali servizi è stato nominato canonico in Santa Maria Maggiore.

Papa Paolo V

La sua carriera è proseguita diventando Cappellano Apostolico e commensale di Papa Paolo V (Camillo Borghese 1552-1621) che diceva di lui: "dilectus Jilius et continuus commensalis noater".

Nella sua permanenza a Roma, il Baldanza ha reso preziosi servizi al Principe Francesco Branciforti, procurandogli ogni sorta di novità libraria per arricchire la sua Biblioteca, per abbellire il Castello ha mandato immagini degli uomini più illustri della città, e sopratutto, grazie al suo interessamento, il Principe ha ottenuto l'autorizzazione ha costruire l'Abbazia di San Benedetto (8 settembre 1616).

L'8 Ottobre 1610 ha stampato la sua prima opera dal titolo "Della Limosina, ovvero opere che ci assicurano nel giorno del final giudizio, Libro X", firmandosi col nome Paolo de Angelis, conosciuto anche col nome Paolo Degli Angeli.

 

 

 

 

 

 

Nel 1625 Papa Urbano VIII (Maffeo Barberini 1568-1644) lo ha nominato Abate di Santa Marina in Castania e da qui assunse il nome di Abate De Angelis.

Esperto in botanica amava coltivare piante e fiori.

 

 

 

 

 

 

Opere Principali

Della limosina, ovvero opere che ci assicurano nel giorno del final giudizio, Libri X

(1611)

Basilicae S. Mariae Majoris de Urbe a Liberio Papa I usque ad Paulum V, Descriptionem et deliniationem (1621)

Brieve compedio delle cose che si trattano nella Sacra Historia de' titoli dell'Emin. Collegio Apostolico

(1640)

 

 

 

Basilicae veteris vaticanae descriptionem, autore romano ejusdem Basilicae canonico cum notis abbatis Pauli de Angelis, quibus accessit descriptio brevis novi templi Vaticani, nec non utriusque ichonographia (1646)